I nostri progetti

Il pronto soccorso dell’Azienda di Rilievo Nazionale Santobono Pausilipon di Napoli, polo pediatrico di alta specializzazione, ogni anno accoglie in media 120.000 pazienti, effettuando circa 300 prestazioni al giorno , con accessi di 1 paziente ogni tre minuti ed e’ il primo centro in Italia per numero di pazienti assistiti.

La premessa fondamentale da cui nasce il  progetto di ridefinizione strutturale del pronto soccorso – in linea con il progetto globale di ridefinizione dell’intera struttura ospedaliera –  è la convinzione, maturata in anni di esperienza sul campo, che l’ospedale dei bambini non possa essere uguale a quello dei grandi.

L’ impatto psico-sensoriale di un bambino al momento del ricovero rappresenta la chiave di volta per ridefinire le strategie edilizie, organizzative, gestionali ed assistenziali che normalmente vengono adottate per concepire Ospedali, reparti, degenze pediatriche.

L’attenzione alle esigenze dei bambini e delle famiglie costituisce il motivo della ridefinizione delle comuni logiche progettuali in materia di assistenza e degenza pediatrica nonchè dei servizi dedicati al bambino. Giochi, animazione, suoni, colori devono essere parte integrante delle cure.

La sfida e’ quella di far avvicinare i bambini all’ospedale senza aver paura, creando un luogo in continuita’ con la citta’ attraverso la realizzazione di spazi a misura dei più piccini.

Tale obiettivo verrà realizzato mediante una serie di accorgimenti con i quali si provvederà ridurre l’impatto emotivo del ricovero ospedaliero sul bambino

La “Carta di Leida”, promulgata negli anni Ottanta e poi divenuta parte della Convenzione Internazionale sui Diritti del Fanciullo (1989), afferma che: “Il diritto al miglior trattamento possibile è un diritto fondamentale, specialmente per il bambino”. La presenza dei genitori, la preparazione al ricovero, il gioco e l’ambiente sono i quattro punti fondamentali utili a sdrammatizzare l’impatto del bambino e della sua famiglia con le strutture sanitarie. Ancor di più in reparti di emergenza come il pronto soccorso. Accogliere il bambino e la sua famiglia in un ambiente favorevole, positivo e tecnologicamente avanzato è un diritto che dobbiamo garantire a tutti, in particolar modo quando si parla di bambini,

Il progetto prevede la realizzazione di un pronto soccorso con aree a diversa intensita’ di cura con percorsi distinti per codici a maggiore gravita’  (codici rossi e gialli) , un’area chirurgica con trauma center, dotate di teconolgie avanzate per rispondere alle emergenze complesse, un’ area medica con stanze di isolamento per malattie infettive ( codici arancione) ed un area a minore intensità’ di cura (codici verdi e bianchi) con sale di attesa dedicate.

I lavori di ristrutturazione consentiranno di migliorare l’ organizzazione delle attivita’  di emergenza – urgenza finalizzata a migliorare la presa in carico dei bambini che vi accedono, a ridurre le attese e la permanenza al Pronto Soccorso.

La nuova organizzazione che risponderà ai criteri nazionali  più innovativi e alle più moderne impostazioni organizzative nei flussi dei pazienti in urgenza, consentirà, fra le altre cose, di creare postazioni di Triage,  postazioni di prima valutazione, dove il medico in collaborazione con  l’infermiere farà un primo ed immediato screening dei casi in attesa, decidendo il percorso assistenziale che, di volta in volta il bambino dovrà fare. Raggiungendo il duplice obiettivo di velocizzare l’attesa del bambino e di indirizzarlo immediatamente verso giusto percorso assistenziale.

Sara’ inoltre attivato un servizio di informazione sui tempi di  attesa al pronto soccorso distinte per codici con l’attivazione di un app che potra’ essere consultata dai  genotori  prima di recarsi in pronto soccorso.

 

€0
0%
0 fundraisers

La Fondazione Santobono Pausilipon e la Fondazione Cannavaro Ferrara, con l’Unione Industriali di Napoli si uniscono per i diritti dei bambini.
La volontà è quella di avere un ospedale diverso, perché l’ospedale dei bambini non può essere uguale a quello dei grandi. Giochi, animazione, suoni, colori sono parte intergante delle cure. La sfida e’ quella di far avvicinare i bambini all’ospedale senza aver paura, creando un luogo in continuita’ con la citta’ attraverso la realizzazione di spazi a misura dei più piccini.L’obiettivo principale che ci poniamo con questo progetto è quello di ridurre l’impAtto emotivo del ricovero ospedaliero sul bambino, creando una area di accoglienza per i piccoli degenti ed i loro familiari attraverso la ristrutturazione dell’atrio del Padiglione Ravaschieri e dell’ingresso esterno immediatamente adiacente dell’Ospedale Santobono di Napoli. L’ambizioso progetto prevede il coinvolgimento del mondo dell’impresa napoletano e della cittadinanza tutta, uniti per un’iniziativa di grande solidarietà e partecipazione finalizzata alla creazione di uno spazio accogliente, funzionale e di svago che contribuisca al miglioramento della degenza del bambino ospedalizzato.

Aiutaci anche tu a realizzare un ospedale pediatrico migliore:

€0
0%
0 fundraisers

Realizzazione di un’area per gli stati vegetativi

Lo Stato Vegetativo è caratterizzato da una completa perdita di tutte le funzioni cognitive intenzionali ed è, nella quasi totalità dei casi, irreversibile. Pertanto, richiede da parte del sistema sanitario un’attenzione maggiore sia sotto il profilo legato alle risorse finanziarie che umane. La drammatica crescita del numero di casi ha indotto il Ministero della salute a focalizzare l’attenzione su questo tema scottante e noi,  con questo progetto di raccolta fondi, intendiamo supportare l’azienda ospedaliera pediatrica Santobono Pausilipon nella realizzazione di un’area destinata ai bambini che versano in tali condizioni ed alle loro famiglie. L’obiettivo è creare un sistema di sostegno che accompagni questi piccoli pazienti e le loro famiglie lungo un percorso di assistenza e ricerca che li faccia sentire compresi e sostenuti e che soprattutto non li faccia sentire soli!

Aiutaci anche tu a realizzare un ospedale pediatrico migliore:

€0
0%
0 fundraisers